Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Politica arrow Non gioco più! Me ne vado!
Non gioco più! Me ne vado!
Scritto da Geronimo   
Si dimette il segretario cittadino del Pd
Image Alla fine ha deciso di lasciare. Ci sono voluti tre anni di sconfitte elettorali e congressi cittadini puntualmente disattesi dai cosiddetti “talebani” del partito; continue fughe da parte di consiglieri comunali e dirigenti locali (che hanno finito per ingrossare l’API di Rutelli). Stavolta, dopo quasi due settimane dalle ultime partenze dei consiglieri Bondì e Santacroce, il segretario del Pd ha preso una posizione. Ma questa volta, per l’ultima volta. Infatti, con una lunghissima lettera aperta al segretario provinciale e a ciò che rimane del gruppo consiliare, Antonio Ferraro, ormai ex segretario del Partito Democratico di Menfi, ha lasciato l’incarico e il partito in polemica con le scelte fatte dal Pd  in ambito locale e nazionale. Image
 “Il Partito Democratico a livello nazionale ha percorso un cammino a ritroso, allontanandosi dal partito rivoluzionario e riformista di un tempo – scrive –  mentre a livello locale mi sono sentito spesso sopportato e ostacolato più che supportato. Il mio capogruppo ha votato in contrapposizione ai consiglieri che rappresentava, le mie decisioni sono state ignorate e calpestate. Il partito non ha saputo indicare in occasione delle elezioni comunali candidati della lista elettorale che potessero rappresentarci coerentemente, ciò ha significato privilegiare la quantità alla qualità”.
Ma Ferraro riconosce nella mancata fusione tra anime moderate ed ex-comuniste del partito (situazione più volte denunciata anche da questo giornale) le motivazioni che hanno portato a ridursi ad una “fiammella morente” quella “vampata iniziale di rinnovamento e riformismo che aveva accompagnato la nascita del Pd”. Da qui la conclusione personale dell’arch. Ferraro secondo il quale “il non aver fatto quarant’anni di militanza politica ed il colore rosso del suo sangue, lo rendesse indegno del ruolo”.
L’ex segretario democratico conclude accusando il gruppo consiliare del PD: “non vorrei assistere più – dichiara Ferraro – nel nostro consiglio comunale a scene pazzesche e caricaturali dalle quali da segretario del Pd cui ero non posso certamente farmene un vanto”.
Va via, quindi, l’ultima componente moderata presente all’interno del partito democratico di Menfi. Prenderanno probabilmente il timone del partito gli ex Ds. A riprova di ciò, Giuseppe Oro, componente di ciò che rimane del direttivo Pd, si dice contento per  “essersi tolto un peso” in seno alla sezione locale del partito.
Oro era stato eletto consigliere comunale nella precedente sindacatura quando i DS si presentarono col simbolo della quercia e presero il 9.1%, meno dello SDI (9.2%) e della Margherita (11.9%). Era il 2003.
Geronimo
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36182300

Sponsor