Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Cronaca arrow Aggressione
Aggressione
Scritto da Piero Capizzi   
MENFI.  Due grossi cani da guardia aggrediscono tre bambini a Lido fiori di Menfi, mercoledì alle ore 9:00, in due episodi diversi, sempre nella stessa zona, a distanza di poco tempo.
Un fatto analogo stava per verificarsi a Sciacca pochi giorni fa, dove dei bambini erano stati aggrediti da un branco di randagi, in contrada Perriera e solo l’intervento dei passanti evitava loro il peggio. Punti di sutura dunque per G.R 10 anni d’origine menfitana e graffi e morsi in tutto il corpo per F.C. 10 anni e la sorellina G.C. di 11 anni. La denuncia è stata presentata dopo il referto medico al Pronto Soccorso menfitano, ai Carabinieri di Menfi. Solo il coraggio della mamma di due di loro, la 36 enne Angela Barbera, nella foto con il marito Giuseppe Callaci li salva da gravissime conseguenze e forse il coraggio di uno della famiglia Russo evitava la tragedia per G.R – ci dice Giuseppe Callaci-.. E’ ancora preda del terrore ed incredula per quanto successo Angela Barbera, la giovane eroica mamma dei due bambini che mercoledì mattina hanno vissuto questa terribile avventura. –“Mi trovavo in spiaggia alle 9:00 del mattino accanto alla Via Gelso di fronte casa mia, che confina con la battigia, quando due grossi cani, di razza Pastore Tedesco, hanno aggredito la mia bambina di 9 anni mordendola e graffiandola in tutto il corpo. Io e mio figlio di 10 anni con la forza della disperazione abbiamo afferrato i due cani per i collari nel tentativo di fare lasciare loro la presa, senza riuscirci mentre uno dei cani perdeva il collare e l’altro si avventava con ferocia contro mio figlio di 10 anni che prendeva altri morsi. Uno dei due cani circa un’ora dopo aggrediva un’altra bambina a poche centinaia di metri da qui. I cani erano ben nutriti, avevano dei collari addosso ed erano di qualche privato, magari fuggiti da una villa o lasciati incautamente liberi e senza microchip come prevede la legge – ci dice la signora. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri di Menfi che hanno chiesto alle famiglie coinvolte un po’ di tempo nel comunicare la notizia dell’accaduto sperando magari di trovare il proprietario dei cani e denunciarlo secondo la legge. –“L’Amministrazione ha l’obbligo di controllare il territorio e di monitorare chi possiede cani e non li munisce di microchip – ci dice  Giuseppe Callaci genitore di due dei bambini aggrediti e si mostra adirato con le istituzioni, che secondo lui non fanno abbastanza per garantire le persone. – abbiamo fatto una campagna di microchipatura e vaccinazione con grande successo e partecipazione dice il sindaco Michele Botta da noi contattato – che si dice dispiaciuto per questo grave episodio che ha colpito le famiglie in questione. – Da parte nostra, per quanto riguarda il randagismo, la competenza è dell’Unione dei Comuni del Patto territoriale mentre, nella fattispecie la responsabilità è dei privati che devono rispettare la legge in materia di custodia dei cani e devono rispondere alle forze di polizia per la loro imperizia.
                                                               Piero Capizzi
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36567096

Sponsor