Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Diritto e Giustizia arrow Una giusta condanna
Una giusta condanna
Scritto da Lillo Lanzarone   
Guidava ubriaco, condannato farà il netturbino comunale.
Un anno fa, ubriaco, a notte fonda si mise in macchina per tornare a casa dopo un concerto e dopo qualche bicchiere di troppo.
Paletta dei Carabinieri, etilometro, sospensione della patente, blocco e confisca della macchina, denuncia per guida in stato di ebbrezza.
Comincerà a scontare la condanna inflitta dal Giudice del Tribunale di Ciriè, con la prestazione quasi 200 ore di lavoro di pubblica utilità.
La pena detentiva e l’ammenda, tre mesi di carcere e 2.400 euro di multa, sono stati convertiti in 29 giorni di impiego a paga zero, con un assicurazione privata per coprire rischi e incidenti.
Farà lo stradino-giardiniere-addetto al cimitero per il Comune di Giaveno, in applicazione di una convenzione ad hoc.
È la prima applicazione concreta a seguito delle modifiche apportate in luglio al Codice della Strada, quelle che prevedono la possibilità di tradurre le pene tradizionali in attività gratuite a favore della collettività, come in altri Stati avviene da tempo.
Alle fine dei 29 giorni di lavoro utile, sempre che l’esperienza venga valutata positivamente e non ci siano sgarri, il reato sarà dichiarato estinto.
Il condannato, ripresa intanto la patente, si vedrà anche restituire la macchina, con la revoca della confisca.
Lillo Lanzarone
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36776361

Sponsor