Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Politica arrow IdV Regionale
IdV Regionale
Scritto da La Redazione   
Pubblichiamo il resoconto di Gaetano Montalbano (www.canicattiweb.com) sul congresso dell'Italia dei Valori a Palermo.
"Si è tenuto ieri, Domenica 10 Ottobre presso l”Hotel San Paolo Palace di Palermo, il congresso regionale di Italia dei Valori. Durante la lunga giornata di lavori sono state presentate le mozioni congressuali con le quali si sono confrontati i due candidati alla carica di coordinatore regionale, quella del commissario uscente Sen. Fabio Giambrone e quella dell”Avv. Orazio Rinelli.
Alla fine coordinatore regionale è stato eletto il Sen. Fabio Giambrone. In seguito, il garante del congresso, l”europarlamentare On. Gian Maria Uggias ha proclamato i componenti del coordinamento regionale del quale fanno parte oltre che il componente di diritto in quanto coordinatore provinciale Nello Hamel, anche Nino Buscemi Presidente del Consiglio Comunale di Menfi e l'Avv. Ausilia Eccelso, di Agrigento.
Per il coordinamento donne ed il coordinamento giovani sono stati confermati gli uscenti Ornella Speciale e Rosario Pinto.
Ma il partito dell’Italia dei Valori in Sicilia vive giorni difficili. Da settimane circolava con insistenza la voce di una possibile candidatura di Sonia Alfano alla segreteria regionale del partito. Al congresso, però, l’On.le Fabio Giambrone, commissario regionale uscente, è stato sfidato da Orazio Rinelli (assessore gelese). Sembra che lo stop alla candidatura dell’Alfano sia arrivato direttamente dalla dirigenza nazionale del partito: niente tessera, niente candidatura.
Il clima surriscaldato che ha preceduto l’inizio del Congresso Regionale si è arricchito di un ulteriore elemento di tensione. Sul tavolo del Presidente Antonio Di Pietro e del Responsabile Organizzativo Nazionale Ivan Rota è giunta una istanza di annullamento dei congressi provinciali siciliani e di sospensione del congresso regionale. Un gruppo (sembra nutrito) di delegati e tesserati dell’ Idv siciliano ha deciso di formalizzare le proprie rimostranze chiedendo il rispetto delle regole e dello statuto nella gestione del Partito. Il tutto motivato sia a livello sostanziale che a livello formale.
Il Caso Agrigento
Al Congresso provinciale di Agrigento il 20 giugno 2010 è stato eletto Nicolò Hamel, unico candidato, in un clima surreale e con pochi aventi diritto al voto in sala. Su 560 tesserati in provincia, al congresso sono state presenti poche decine di aventi diritto al voto. In tale occasione il garante provinciale non ha provveduto a raccogliere le candidature per le deleghe regionali come previsto dal regolamento a pena di decadenza. Posto che le deleghe regionali per la provincia di Agrigento sono state previste nel numero di 120, la distribuzione delle stesse è stata operata, successivamente, secondo criteri non ammessi dai regolamenti del partito e da persona non legittimata. Nicolò Hamel, nel frattempo nominato segretario provinciale, ha distribuito mesi dopo parte delle 120 deleghe sulla base della propria capacità di mediazione con i territori, secondo una logica di lottizzazione delle deleghe congressuali regionali. (Sic!)
Questo uso improprio delle deleghe consentirà la presenza di oltre 100 delegati scelti con criteri spartitori e correntizi e reverbera un modus agendi di lottizzazione del partito a livello regionale, quanto più che in altri contesti provinciali si raccolgono testimonianze di analoghi episodi di continuate irregolarità formali e sostanziali finalizzate alla costruzione di una maggioranza a tavolino.
L’uso improprio delle deleghe è di per sé invalidante di ciascun congresso provinciale perché la funzione del garante di presa in consegna delle candidature è di garantire una reale presenza dei candidati durante i lavori congressuali secondo forme che legittimino e garantiscano la sostanza degli atti compiuti, con lo scopo di inibire le tendenze e devianze di imberlusconimento del partito.
Un caso nel caso, quando durante le fasi di accreditamento del congresso provinciale, Ravanusa consegna la candidatura per 5 delegati presenti in sala con altri 15 sottoscrittori delle candidature sempre presenti in sala. In quella occasione nessuna altra delegazione cittadina ha consegnato candidature. Successivamente, in modo speculare i 5 candidati di Ravanusa, unici peraltro ad avere applicato il regolamento, non sono stati inseriti nell’elenco ufficiale, unico a far fede, e non risultano altresì accreditati 9 delegati di Menfi. Analoghi episodi si sono ripetuti con frequenza anche nelle altre province. Destano sospetto le circostanze dell’esclusione dei candidati delegati notoriamente vicini
all’On. Sonia Alfano o in rapporti di astio con il Sen. Giambrone ed è paradossale che la provincia di Agrigento abbia espresso più delegati regionali di quanti fossero presenti gli aventi diritto al voto in occasione del congresso provinciale.
È, infine, in modo preminente censurabile il comportamento omissivo del garante regionale che non ha verificato e certificato le presenze, i verbali e le firme. Per la sua funzione di garanzia, il garante Uggias, che sconosciamo per i motivi di intraneità, avrebbe dovuto verificare le firme dei candidati raccolte in occasione del Congresso provinciale, come previsto dal 4 punto del regolamento sui congressi territoriali di Italia dei Valori.
Appare evidente, allora, che l’omessa verifica formale e sostanziale delle candidature al ruolo di delegato per il congresso regionale ha consentito un’azione autonoma, del tutto illegittima, di Nicolò Hamel che ha distribuito deleghe inesistenti secondo i criteri sopra descritti. Questa anomalia si riproduce e amplifica nella conta degli aventi diritto al voto nel Congresso Regionale ed impedisce, in molti casi, a chi ne ha il diritto di partecipare.
In una fase delicatissima della vita democratica nazionale, un vulnus espone il nostro partito ad una debacle in Sicilia. In preparazione del Congresso regionale siciliano sono stati lesi i diritti fondamentali di partecipazione alla vita associativa del partito, elementi che caratterizzano, necessariamente, un’organizzazione politica su base democratica.
Negli ultimi tre anni l’occupazione della segreteria regionale del partito ad opera del commissario Fabio Giambrone ha impedito la formazione sui territori comunali e provinciali di una classe dirigente all’altezza delle rispettive sfide politiche. Italia dei Valori in Sicilia non ha parlamentari regionali, non ha presidenti di provincia, non ha sindaci, è assente totalmente dalle Province Regionali di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Siracusa e Trapani, ha 5 consiglieri provinciali e 16 consiglieri comunali presenti in soltanto 10 dei 390 comuni siciliani. Oggi, Fabio Giambrone propone la propria candidatura alla carica di segretario regionale del partito per i prossimi tre anni e lo fa in un clima di particolare malessere e malcontento all’interno del partito in Sicilia.
Con la presente istanza i sottoscritti formalizzano le proprie rimostranze già espresse in colloquio e chiedono l’annullamento dei Congressi provinciali e la sospensione della celebrazione del Congresso Regionale programmato per il prossimo 10 ottobre 2010.
Ciò perché riteniamo intraneo, interno, l’On. Giommaria Uggias alla struttura regionale del partito dacché eletto in Sicilia, con voti di siciliani, e quindi delegato di diritto e per definizione.
Tale condizione personale, nel caso concreto, costituisce la causa formale per l’adozione del provvedimento di annullamento dei congressi provinciali. Ma riteniamo, ancor più convintamente, che l’intraneità dell’On. Giommaria Uggias nella vita elettorale siciliana costituisca il vero motivo sostanziale che debba muovere l’U.N.O. ad annullare i congressi provinciali celebrati in Sicilia nei mesi scorsi.
Pur nella sintesi, infra si indicano motivi sostanziali con riserva di produrre documenti, foto, video, rassegne stampa, testimonianze, ammissioni.
Sul carattere di intraneità e di parzialità dell’On. Uggias
L’On. Giommaria Uggias è stato eletto dai cittadini siciliani in Sicilia (in circoscrizione con la Sardegna). Pertanto, non è disinteressato allo svolgimento della vita democratica del partito in Sicilia, dacché la sua elezione al Parlamento Europeo è stata determinata dalla campagna elettorale condotta dal Sen. Fabio Giambrone. Il legame di amicizia tra il garante ed il commissario è implicito proprio per la campagna elettorale che il gruppo Orlando-Giambrone- Messina ha svolto per Uggias in occasione dell’elezione di questi ultimo. Una circostanza che ha suscitato in tanti iscritti, già nel tempo, motivati dubbi sulla effettiva imparzialità del garante.
Ed in vero, i criteri di individuazione del garante di un congresso, che peraltro rendono necessaria la sua presenza, si ispirano a profili di imparzialità e rigore ed esigono che colui che sia chiamato a garantire il rispetto delle regole, le faccia effettivamente rispettare.
Ebbene, l’On. Giommaria Uggias, in qualità di garante in Sicilia, non ha fatto rispettare le regole democratiche che il nostro partito si è dato per disciplinare la competizione politica interna.
Non di meno, l’On. Giommaria Uggias è un delegato di diritto al congresso regionale, quindi è un interno alla struttura regionale del partito in qualità di eletto in Sicilia e di delegato di diritto.
Ciò confligge con le indicazioni dello Statuto Regionale, approvato dall’Ufficio di Presidenza nazionale di IDV il 23 settembre 2010, che all’articolo 7 statuisce che il Congresso deve essere presieduto da un Garante esterno. Statuto, peraltro come ribadito nella convocazione inviata agli iscritti IDV Sicilia da Ivan Rota e dallo stesso Uggias, sostituisce ogni altra disposizione e statuizione preesistente.
Sostanzialmente, le gravi violazioni del regolamento congressuale non censurate da Uggias, stanno falsando la competizione interna, inibiscono il lavoro sui contenuti ed ha impedito la formazione di una tavola di confronto" Gaetano Montalbano.
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36531202

Sponsor