Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Politica arrow Tre Tigli ci riprova
Tre Tigli ci riprova
Scritto da Geronimo   
Che confusione, sarà perché ti amo!
Recitava così un vecchio brano della musica leggera italiana che ben si adatta ai risvolti dell’ultimo consiglio comunale.
Infatti chi si è fermato a vedere le prime tre ore dei lavori consiliari ha potuto provare una sensazione di disorientamento dovuta, a nostro modo di vedere, dal punto all’ordine del giorno che il Sindaco ha voluto fortemente portare in consiglio, rispettando non solo il proprio programma elettorale, ma anche e soprattutto la volontà popolare! (nelle conclusioni del suo programma scrive “Ho compreso che i cittadini, a cui intendo garantire la partecipazione alle decisioni pubbliche più importanti, chiedono una amministrazione che ...”
L’argomento caldo era quello dell’impianto di biomasse, tornato d’attualità visto che la società ha presentato un nuovo progetto; argomento per il quale si era rotta la maggioranza del centrosinistra a guida Nino Buscemi. Da lì poi Buscemi fu abbandonato per le consultazioni elettorali del 2008 da quello che restava della sua coalizione (Margherita, Mpa), che nel frattempo aveva raggiunto un accordo programmatico con l’attuale Sindaco Botta (nel cui programma sta proprio scritto che si ribadisce l’assoluta contrarietà al progetto per la realizzazione dell’impianto a biomassa in atto presentato al Comune).
Per la cronaca, se dapprima si era tentato di non far trattare il punto – vedi gli interventi a riguardo di Ardizzone, Romano e del Presidente del Consiglio Buscemi – dal dibattito sono poi emerse le contraddizioni mai sopite tra i protagonisti di sempre.
E così, il consigliere Enzo Buscemi ha ribadito la contrarietà al progetto, avendo anche presentato con la sua associazione un ricorso al Tar e avendo messo per iscritto che “in questo contesto non si può certamente inserire un inceneritore, un impianto di biomasse di dimensioni esagerate o un impianto di riciclaggio di materiale plastico e pneumatici da realizzare nel centro urbano. In ogni caso le decisioni importanti che coinvolgono tutta la città non possono essere prese senza una seria consultazione popolare.” Enzo si è dovuto scontrare col suo nuovo compagno di partito, il neo dipietrista Nino Buscemi, che ha dichiarato di non voler votare (come non ha votato) la mozione in cui era inserita “sibillina” – a detta del Presidente del Consiglio – una frase che ricordava che quando era Sindaco, il 31 marzo 2006, egli aveva dato parere favorevole ad una richiesta di fattibilità all’impianto di biomasse TreTigli affermando, a nome dell’Amministrazione Comunale, di “non avere nulla in contrario alla realizzazione dell’opera”. Tanto sibillina che quasi non se ne era accorto nemmeno uno dei firmatari di quella mozione, il capogruppo del PD Saverio Palminteri, che nel marzo 2006 era un assessore della giunta Buscemi. Ne era a conoscenza, invece, un altro ex compagno di viaggio di Buscemi, l’ingegnere Silvio Sbrigata, che da assessore dell’attuale Sindaco era stato delegato nella conferenza di servizi tenutasi a Palermo per ribadire il no dell’amministrazione Botta all’originario progetto di Biomasse.
Poi, anche gli altri consiglieri comunali hanno affermato di essere contrari alle biomasse: ma il capogruppo del PDL non si è accorto che il Sindaco, il Sindaco del suo partito, aveva ringraziato il Consiglio Comunale “per l’ulteriore contributo a sostegno dell’azione amministrativa” facendo propria la mozione consiliare. Ma il capogruppo del PDL, in questa ‘confusione’ di idee e posizioni politiche, ha votato contro. Per poi – subito dopo – chiedere chiarimenti politici e dichiarando al tg di essere “categorico”!
–    “E adesso chi la placa l’ira dell’Avvocato?” – si chiederanno i lettori della SFIDA?  
–    “Chissà, forse i gloriosi cugini di campagna!” – dirà qualcuno già pronto con la sediolina “apri e chiudi” che sabato 7 agosto sarà in piazza Vittorio Emanuele a godersi le ultime hit del gruppo.

Tirando le somme, al netto delle passerelle televisive di alcuni consiglieri comunali, il Sindaco Botta porta a casa un altro risultato positivo circa l’attuazione del programma elettorale assieme a quello del risanamento dei conti pubblici, visto che dal rendiconto 2009 – per la prima volta dal 2005 – c’è stata una inversione di tendenza sulla gestione economica delle casse comunali che ha portato ad un saldo positivo. Inoltre si apprende che si comincia a fare sul serio sul Porto turistico e che l’amministrazione ha ottenuto la consegna dei lavori per la costruzione di 75 alloggi popolari che potranno dare opportunità lavorative a molti cittadini in cerca di occupazione.
Intanto, oltre ai numerosi cantieri edili che vediamo in città per la costruzione di case o di attività imprenditoriali, sembra attivo un cantiere politico aperto in cui lavorano consiglieri comunali sia di maggioranza che di opposizione che vorrebbe prescindere dalle personali appartenenze ai partiti e dare priorità ai veri problemi reali dei cittadini. Chissà cosa costruirà… staremo a vedere.
Geronimo
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36272589

Sponsor