Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Lettere al Direttore arrow Non la penso come te, o forse sì
Non la penso come te, o forse sì
Scritto da Gianni Toffali   
Assodato che non tutte le “destre” sono uguali, chi pensava che a destra i gay non fossero particolarmente “amati”, si deve ricredere.
A Verona infatti, la giunta scaligera guidata dal leghista Flavio Tosi, ha concesso la sala conciliare della provincia all’associazione Arci per un seminario sulle “valorizzazioni delle differenze”. Alle molteplici associazione cattoliche e laiche che si sono opposte a tale concessione, il presidente della provincia, il finiano Giovanni Miozzi, ha risposto che “sono favorevole a uno Stato laico e mi trovo perciò in disaccordo con  chi si fa portavoce di un certo spiacevole moralismo. L'idea di vita che propone l'Arci non corrisponde certamente alla mia, così come non ho apprezzato alcune loro prese di posizioni, tuttavia mi batterò ogniqualvolta sarà necessario per difendere il diritto di parola che non può essere negato a nessuno”. A parte che non è chiaro che s’intende l’espressione “spiacevole moralismo” (nutrire qualche dubbio circa la sodomia e pratiche affini tra persone dello stesso sesso?), il presidente Miozzi appartiene a quella vastissima categoria di persone (forse la maggioranza degli italiani) che nonostante l’adesione alle religione cattolica, ha contemporaneamente e contraddittoriamente fatti propri gli ideali dell’illuminismo liberale. Fu infatti Voltaire a coniare l’espressione più riportata (vedi citazione testuale del Miozzi), falsa ed ipocrita di tutti i tempi “non sono d’accordo con te, ma darei la mia vita per consentirti di esprimere le tue idee”. Chi crede nella verità, nell’ordine delle cose e nella legge morale naturale inscritta nel cuore dell’uomo, deve avere la consapevolezza che il concetto espresso da Voltaire e dagli illuministi laicisti e massoni, altro non è che il luciferino sdoganamento del male sotto le mentite spoglie del bene. Se come ha ribadito più volte papa Ratzinger, non ci si riappropria della verità sull’uomo (il rispetto dell’ordine naturale), la dittatura del relativismo partorito dal materialismo e dall’individualismo illuministico, porterà l’uomo a perdere se stesso. Se non si aprono gli occhi, Sodoma e Gomorra, ammiccano sull’orizzonte.

Gianni Toffali   Verona
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36646244

Sponsor