Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Diritto e Giustizia arrow La mano morta può costare cara
La mano morta può costare cara
Scritto da Lillo Lanzarone   
L’articolo 609 bis del nostro Codice Penale, sanziona la condotta” di chi con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità, costringe taluno a compiere o subire atti sessuali”  con la reclusione da cinque a dieci anni.

La giurisprudenza più recente è orientata nel ritenere che la violenza richiesta affinché si configuri il reato suddetto, non è soltanto quella che pone il soggetto passivo nell’impossibilità di opporre tutta la resistenza voluta, tanto da realizzare un vero e proprio costringimento fisico, ma anche quella che si manifesta nel compimento insidioso e  rapido dell’azione criminosa, così venendosi a superare la contraria volontà del soggetto passivo.
Conseguentemente, la Cassazione, con la sentenza numero 12157, ha confermato il verdetto della Corte di Appello di Palermo, condannando ad un anno, tre mesi e quindici giorni di reclusione un trapanese cinquantasettenne, Andrea V., che durante il viaggio in autobus, da Palermo a Trapani, facendo finta di dormire, aveva palpeggiato ripetutamente ed insistentemente  la coscia della sua vicina di posto che ha avuto un’immediata reazione, allontanandosi dal posto occupato e chiamando il fratello.

 

 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36605084

Sponsor