Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Diritto e Giustizia arrow No cintura?, No parti!
No cintura?, No parti!
Scritto da Lillo Lanzarone   
Far scendere dall’auto chi rifiuta di indossare le cinture di sicurezza!!!!!
Antonino A. 26 enne siciliano è stato condannato per omicidio colposo per non avere rispettato le regole di comune diligenza e prudenza, colpevole per non avere preteso che il passeggero che viaggiava al suo fianco, Daniele G., si allacciasse le cinture.
Il mancato allacciamento, infatti, costò la vita al passeggero che venne sbalzato dal proprio sedile verso l’esterno, decedendo dopo l’urto a causa di frattura cranica.
Il Tribunale di Agrigento e la Corte d’Appello di Palermo non ravvisavano nessuno specifico addebito per la condotta di guida di Antonino A., “prudente e inferiore al limite massimo esistente nel tratto stradale interessato”, ma individuavano quale causa di morte di Daniele G. il mancato allaccio della cintura di sicurezza. Se il passeggero non indossa la cintura di sicurezza, chi è alla guida dell’auto deve categoricamente farlo scendere.
L’autista, infatti, ha l’obbligo di pretenderne l’allacciamento e se il trasportato si ostina a rifiutare deve essere fatto scendere dall’auto. In alternativa, si può rifiutare di partire.
Lo spiega la Cassazione che sottolinea come il mancato allacciamento della cintura da parte del passeggero, in caso di incidente mortale costa a chi era al volante una condanna per omicidio colposo.
L’autista, infatti, è titolare di una posizione di garanzia e quindi deve prevedere e prevenire le altrui imprudenze e avventatezze. L’obbligo di cinture, inoltre è esteso anche ad eventuali passeggeri trasportati dietro.
Lillo Lanzarone
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36137750

Sponsor