Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Cronaca arrow Ancora sangue sull'asfalto
Ancora sangue sull'asfalto
Scritto da Piero Capizzi   
Ancora sangue sulle nostre strade e ancora un incidente mortale sulla SS 115 a cento metri di distanza dove, dieci giorni fa, è deceduto il 42 enne menfitano, programmatore di computer Salvatore Taffari.
Image
Claudia Spinuso
Il sinistro si è verificato proprio nello stesso tratto di strada tra Sciacca e Ribera, subito dopo il bivio di Sant’ Anna. A perdere la vita questa volta una donna di Menfi, anche se nata a Termini Imerese, la 48 enne Claudia Spinuso vedova di Antonino Cammarata. Sulle dinamiche del sinistro stanno indagando gli agenti della Polizia di Stato di Sciacca subito accorsi sul posto assieme alle ambulanze del 118 che hanno portato i primi soccorsi e ai vigili del fuoco. Pare che la Nissan Micra condotta dalla Spinuso, che viaggiava in direzione Agrigento, si sia scontrata, per cause da accertare, con la Ford Fiesta condotta dalla signora Maria Patrizia Friscia, che viaggiava in direzione Sciacca e che una delle cause dell’incidente sia stato sicuramente l’asfalto reso viscido dalla pioggia. La signora Friscia che lavora presso un noto centro radiologico saccense ha riportato solo la frattura della clavicola ed è stata ricoverata presso l’azienda Ospedaliera Giovanni Paolo II di Sciacca, con una prognosi di 25 giorni. Il marito della signora Claudia è morto a causa di una grave patologia il 07 luglio 2009. La signora dopo la morte del marito era rimasta sola con sua figlia, Maria Vittoria, oggi maggiorenne e che risiede in Termini Imerese, città dei nonni materni. Claudia viveva a Menfi in Via Bilello, al numero otto di un alloggio popolare e dopo la morte prematura del marito 51 enne doveva arrabattarsi tutte le mattine per cercare un lavoro per portare avanti, la famiglia, visto che non c’era più il suo compagno a sostenerla. Pare, secondo indiscrezioni, che la stessa, avesse trovato lavoro in un paesino della cintura riberese, forse Calamonaci, nel campo dell’assistenza domiciliare e, che ogni giorno fosse costretta a raggiungere il posto di lavoro con la sua utilitaria, una Nissan Micra. Il sindaco di Menfi Michele Botta ha detto di essere rimasto senza parole, quando ieri ha appreso la notizia della morte della signora Claudia. –“Un grave problema è sicuramente – dice il Primo cittadino- la pericolosità della Statale Sud occidentale Sicula, altamente trafficata – ed io spenderò tutte le mie energie, per continuare a fare pressioni alle istituzioni provinciali e nazionali affinché si possa mettere in sicurezza la statale 115 che oggi deve avere la priorità degli interventi. Mi appello anche – termina il sindaco Botta - alla prudenza degli automobilisti affinché non superino i limiti di velocità consentiti dalla legge e porgo le più sentite condoglianze mie e dell’amministrazione alla famiglia”-. La salma della donna, dopo i rilievi di rito e i tempi d’osservazione decisi dalla magistratura, probabilmente presso l’obitorio del cimitero di Sciacca sarà trasferita a Menfi dove i funerali, si svolgeranno presso la chiesa della B.M.V del Soccorso, in Via Boccaccio a Menfi, officiati da Padre Marco Damanti, a data ed ora da decidere, forse domani. Un intervento in favore della famiglia Cammarata è stato inoltrato dall’Arciprete di Menfi Don Saverio Catanzaro, alle istituzioni locali ed ha chiesto al sindaco Michele Botta di dare un contributo per  le spese del funerale e del trasporto della salma a Menfi, alla famiglia della signora Claudia Spinuso vedova Cammarata.
Image 
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36210156

Sponsor