Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Lettere al Direttore arrow Igiene e pulizia nelle scuole
Igiene e pulizia nelle scuole
Scritto da La Redazione   
Egregio direttore in questi giorni si parla molto dell'influenza A (H1N1) ed in riguardo a ciò il Ministero dell'Istruzione dell'università e della ricerca e il Ministero del lavoro,
della salute e delle politiche sociali hanno realizzato congiuntamente una circolare contenente le principali indicazioni, di carattere sanitario e amministrativo, che le scuole devono osservare, per evitare la sua diffusione. Il documento fornisce informazioni sulle misure igieniche e comportamentali da adottare a scuola; sulla gestione di studenti e personale scolastico.
In particolare riguardo alle misure igieniche e comportamentali da adottare a scuola si raccomanda:
- igiene delle mani: lavare regolarmente le mani con acqua e sapone, soprattutto dopo avere tossito, starnutito e avere soffiato il naso;
- corretta gestione delle secrezioni respiratorie: coprire la bocca ed il naso quando si tossisce e si starnutisce, possibilmente con un fazzoletto di carta, da gettare immediatamente nella spazzatura dopo l'uso;
- pulizia ordinaria, con i normali prodotti comunemente in uso, delle superfici e suppellettili che sono a contatto con le mani (banchi, sedie, lavagne, dispositivi elettronici utilizzati). Effettuare la pulizia subito, nei casi in cui tali superfici si presentino visibilmente sporche;
- areare le aule e gli ambienti regolarmente durante l'intervallo e dopo la fine di tutte le attività scolastiche quotidiane.
Ebbene in riferimento a ciò, essendo un genitore di un bambino che frequenta la scuola elementare ed in particolare l'Istituto Norino Cacioppo di Menfi espongo quanto segue.
I bambini che vogliono lavarsi le mani sono sprovvisti dell'essenziale (sapone, carta);
I bagni sono indecorosi e mancanti di igiene;
I preposti a tali adempimenti (bidelli) fanno esclusivamente salotto e nessuno degli organi controllori si prende la briga di ispezionare il lavoro che essi dovrebbero svolgere;
Prova ne è che da più di una settimana e mi costa personalmente, negli scalini dell'entrata a piano terra, persiste un'escremento di gatto o cane e nessuno dei preposti fa nulla per toglierlo.
Ma in quale paese civile questo avviene, solo da noi questo può accadere.
Ma è possibile continuare in questo senso?
Le disposizioni del Ministero chi li deve far attuare e a maggior ragione chi deve vigilare se tali disposizioni vengano effettuate?
Lei mi insegna che con la salute dei bambini non si può scherzare. E allora come dobbiamo fare per far si che tali disposizioni vengano attuate?
E-mail - Menfi
----------------
Noi possiamo solo rendere pubblica la sua lagnanza affinchè le autorità competenti intervengano. I cittadini abbiano il coraggio di denunciare sempre tutte le manchevolezze sia delle autorità preposte che gli operatori, veri responsabili, senza timori o condizionamenti.
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36531822

Sponsor