Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Cultura e Scienza arrow Vno ed Arte
Vno ed Arte
Scritto da La Redazione   
Santa Margherita di Belice 28/07/09 - Dall'1 al nove di agosto Corbera Vini e l'Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa presentano Vino e arte: Gianbecchina 1909 - 2009 Centenario della nascita.
Le celebrazioni del centenario della nascita del maestro Gianbecchina rendono omaggio ad un grande artista che con la sua pittura ha attraversato tutta l’arte italiana del ‘900.
Nell’ambito di queste iniziative si colloca la mostra “Vino e Arte”, ospitata dalle Cantine Corbera di Santa Margherita di Belìce e inserita tra gli eventi della Settimana Gattopardiana in occasione della VI edizione del Premio Letterario Internazionale “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”. Il legame tra Gianbecchina ed il Gattopardo è testimoniato dalle numerose opere e bozzetti del Maestro donati dall’Archivio Gianbecchina al Parco Letterario del Gattopardo e al Museo della Memoria del Belìce, atti volti a rinsaldare un connubio tra le istituzioni finalizzato a favorire un’ampia fruizione della cultura locale. Per l’occasione, infatti, Corbera Vini ha realizzato una produzione speciale dedicata all’evento del centenario della nascita del pittore sambucese.

Un ciclo di eventi culturali, realizzati nelle più importanti città italiane, hanno raccontato la vita interiore, il lavoro creativo ed il contesto storico – culturale dell’artista di Sambuca di Sicilia, che con la sua arte d’impegno civile ha testimoniato la condizione dell’uomo contemporaneo, il contadino, l’operaio, il terremotato, il diseredato, che con il suo dolente lavoro nella dura terra di Sicilia ha costituito una dignitosa prospettica di vita e un sentimento di profonda spiritualità.
Nucleo centrale delle celebrazioni - occasione per realizzare una rigorosa ricognizione critica e storica sull’ambiente culturale nel quale l’artista si è formato - sono state le mostre antologiche tenutesi a Milano al Visionnaire e a Roma a Palazzo Montecitorio, e i convegni e le esposizioni patrocinate dal Rettorato dello’Università degli Studi di Palermo.

ORARI DI APERTURA MOSTRA:
Mattina:          dalle 09:00 alle 12:00
Pomeriggio:   dalle 18:00  alle 21:00

NOTE BIOGRAFICHE
su
Gianbecchina
Gianbecchina è artista noto e la sua ormai lunga vicenda di pittore, passato attraverso le prove più roventi della ricerca formale sviluppatasi in Italia dagli anni Trenta ad oggi, lo colloca fra i protagonisti riconoscibili, ma non sempre giustamente riconosciuti della storia dell'arte del nostro paese.
Nato nel 1909 a Sambuca Zabut, completa gli studi presso l’Accademia di Belle Arti a Palermo e Roma. A Roma con Pizzinato e Guttuso lavora nello studio di Piazza Melozzo, quindi a Milano frequenta gli artisti di Corrente che rivendicano la più assoluta libertà dell’arte e l’esaltazione del colore e della luce. A causa della guerra decide di far ritorno in Sicilia, riscoprendo il vero volto della sua terra. Negli anni Quaranta e Cinquanta cerca di fissare nelle tele i valori del mondo contadino, e dopo un’intensa attività di restauro in molte chiese danneggiate dagli eventi bellici partecipa alla biennale di Venezia vincendo il premio “ Bevilacqua – La Masa”. Nel 68’ si rende interprete del dramma dei terremotati del Belìce, e nello stesso periodo fiorisce la serie degli Amanti, colti nell’innocente freschezza dei loro slanci spontanei.
Nell’82 espone il Ciclo del pane. Per unanime giudizio dei più illustri critici, è considerato il miglior interprete della spiritualità della nostra Isola, una delle più alte espressioni del Novecento Italiano.
 
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36604322

Sponsor