Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Economia arrow Mercato del Contadino
Mercato del Contadino
Scritto da Dino Chiruzzi   
Menfi, 27 febbraio 2009 - Agricoltura, prodotti a Km 0: Menfi sostiene la proposta di legge.
Anche il Comune di Menfi sostiene la proposta di legge di Coldiretti Sicilia per promuovere il consumo dei prodotti locali.
L’Assessore comunale all’agricoltura Antonino Mistretta e il Consigliere Giuseppe Sutera in rappresentanza del Comune di Menfi, hanno preso parte all’incontro con il Presidente dell’ARS On. Cascio, al quale Coldiretti Sicilia ha consegnato una proposta di legge che intende promuovere la valorizzazione delle produzioni agricole regionali, favorendo il consumo e la commercializzazione dei prodotti provenienti dalle aziende agricole siciliane e assicurando una maggiore trasparenza dei prezzi e un’adeguata informazione ai consumatori sull’origine e le specificità dei prodotti.
Menfi plaude all’iniziativa della Coldiretti – ha detto durante l’assemblea di presentazione il delegato della Giunta Botta, Antonino Mistretta –, ma il governo regionale (presente all’incontro con l’assessore La Via) deve porre maggiore attenzione sulle possibilità di sviluppo inerenti il nostro territorio, quali la ristrutturazione con apposito accordo di programma  di tutti i fabbricati rurali e i bagli da adibire ad iniziative turistiche ed attività produttive, nonché il necessario rilancio del ruolo dei Consorzi di Bonifica in Sicilia”. “Già in campagna elettorale – afferma il Sindaco Botta – avevamo presentato all’assessore La Via la nostra idea di filiera corta con iniziative collegate come il Mercato del contadino. Oggi sposiamo questa proposta di legge regionale che va nella direzione tracciata nel nostro programma”.

Le finalità della proposta di legge sono di disciplinare interventi per:
a) favorire l’incremento della vendita di prodotti agricoli di origine regionale da parte della distribuzione;
b) assicurare un’adeguata informazione ai consumatori sull’origine e le specificità dei prodotti agricoli regionali;
c) vietare la somministrazione di alimenti contenenti organismi geneticamente modificati da parte dei gestori dei servizi di ristorazione collettiva pubblica, nel rispetto del principio di precauzione di cui all’articolo 7 del Reg. (CE) 178/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 28 gennaio del 2002;
d) sostenere l’acquisto di prodotti agricoli regionali da parte delle imprese esercenti attività di ristorazione o ospitalità nell’ambito del territorio regionale;
e) favorire l’incremento della vendita diretta di prodotti agricoli regionali da parte degli imprenditori agricoli attraverso l’istituzione e la regolamentazione dei mercati del contadino;
f) garantire il rispetto della normativa in materia di presentazione ed etichettatura dei prodotti agricoli freschi e trasformati attraverso idonea attività di controllo anche con l’utilizzo di strumenti tecnologici a tutela del consumatore;
g) incentivare l’impiego da parte dei gestori dei servizi di ristorazione collettiva pubblica di prodotti agricoli di origine regionale nella preparazione dei pasti.
h) valorizzazione delle produzioni locali attraverso attività di promozione e vendita.
I) mettere in atto ogni intervento di competenza dell’Amministrazione sul controllo di qualità degli alimenti agricolo-forestali e di allevamento prodotti nel territorio.
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36426157

Sponsor