Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Diritto e Giustizia arrow Il macho perde un altro pezzo
Il macho perde un altro pezzo
Scritto da Santo Botta   
Cassazione, via libera al cognome della mamma.
Image - Francesco, Michele o Antonio?
- Meglio il nome del nonno.
Se fino ad oggi tra moglie e marito si discuteva soltanto sul "nome" da dare al nascituro, oggi il dibattito prenatale verterà anche su quale cognome dare al bambino che nascerà!
Infatti, una recente decisione della Corte di Cassazione ha dato ragione ad una coppia milanese che da anni conduce la battaglia per dare ai propri figli il cognome materno. Per i Giudici della Suprema Corte, impedire che un figlio legittimo possa ricevere il cognome della madre è una "discriminazione fondata sul sesso".
Entrambi i genitori devono essere ovviamente concordi.

Nell'affermare questo principio la Suprema Corte cita l'approvazione del Trattato di Lisbona, datato 13 dicembre 2007,  per sottolineare che anche l'Italia, come tutti i 27 stati membri dell'Unione Europea, ha il dovere di uniformarsi ai principi fondamentali della Carta dei diritti Ue. Non più, quindi, appelli al Parlamento affinché con legge si disciplini la materia; ma in forza della novità costituita dal Trattato di Lisbona, che impone di "adottare tutte le misure adeguate per eliminare la discriminazione nei confronti della donna in tutte le questioni derivanti dal matrimonio e nei rapporti familiari, compresa la scelta del cognome", la diretta disapplicazione delle norme italiane in contrasto con i principi del Trattato.  

"Con la ratifica del Trattato di Lisbona - afferma Giuseppe Salmè, relatore dell'ordinanza ed ex togato del Csm - si dovrebbe quindi aprire la strada all'applicazione diretta delle norme del trattato stesso e di quelle alle quali il trattato fa rinvio". E comunque si dovrebbe, in subordine - prosegue Salmè -, interpellare la Corte Costituzionale tutte le volte che le nostre leggi confliggono con i principi Ue. Per queste ragioni ora toccherà al Primo presidente della Cassazione, Vincenzo Carbone, convocare le Sezioni Unite per aderire ai nuovi positivi diktat dell'Europa allargata.
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36432937

Sponsor