Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Home arrow Cultura e Scienza arrow Famiglia Pignatelli
Famiglia Pignatelli
Scritto da Dino Chiruzzi   
Pignatelli  Aragona  Tagliavia  Cortes Signori di Menfi e Castelvetrano                                                                         
Image E’ l’argomento del recente lavoro di ricerca storica pubblicato da Rocco Riportella.       
L’Autore, attraverso il tema conduttore della genealogia dell’illustre Famiglia dei Pignatelli, salda i vari momenti della fondazione di Menfi alla storia parallela della vicina Città di Castelvetrano.
Il quadro generale nel  quale sviluppa l’analisi economica, sociale e politica delle due Città gemelle, è quello della Sicilia angioina, catalano-aragonese e borbonico-prerisorgimentale.
Il Barone come soggetto attivo, il feudo come strumento fondativo, l’in-vestimento cerealico come fine lucrativo, il Borgo-Città come fenomeno conseguente la stanzialità contadina: sono gli elementi cardini della nascita e sviluppo di Menfi e Castelvetrano.
Dai Manuele, Signori e Castellani della prima Burgiomillusio demaniale, ai Tagliavia e Ventimiglia, ai Pignatelli d’Aragona e Cortes : un’incalzante successione plurisecolare di un’illustre “prosapia” di feudatari partecipi anche delle grandi vicende belliche che coinvolsero la “Sicilia del grano” nel 1500 e 1600.
Riportella conclude il suo lavoro accennando ad alcune vicende legate alla presenza dell’Inquisizione siciliana e ad aspetti della formazione del patrimonio della Chiesa locale, alla metà dell’800.
Un lavoro di ricerca storica che partendo dalle licentie populandi della Terra di Menphis e dall’antiche fonti notarili ed archivistiche, sviluppa sinteticamente nella feudale Menfi la discendenza dei Pignatelli da cui deduce l’attuale Cittadina.
Di detta discendenza la figura chiave è stato il ricco Giovan Vincenzo Tagliavia  (1491-1538) nono Barone di Castelvetrano che sposando la Contessa Beatrice d’Aragona Cruillas congiunta di Carlo V colloca il suo fra i più importanti Casati dell’Aristocrazia europea.
Ma l’Astro più luminoso del firmamento dei Tagliavia d’Aragona è stato il prestigioso don Carlo (1520-1599) primo Principe di Castelvetrano, Barone di Pietra Belice e Conte di Burgiomillusio-Borgetto; quarto in ordine di ricchezza fra i nobili di Sicilia, Don Carlo fece prestiti alla Corona spagnola.
Per il suo grande prestigio fu denominato il Magnus Siculus.
Il nipote, Diego Pignatelli d’Aragona Tagliavia Cortes, altra prestigiosa figura del Grande Casato, fu il fondatore nel 1638 della Città di Menfi.
A questi, Riportella assegna un ruolo di protagonista della politica economica ed imprenditoriale della Famiglia nel XVII sec., considerandolo l’antesignano trasformatore dell’economia belicina: dalla pastorale alla cerealicola .
Riportella, è uno scopritore e ricercatore indefesso dei segni archeologici e delle vicende storiche di questo territorio; ad Egli va riconosciuto il merito di avere anche colmato con l’odierno, un  trittico di impegnati lavori ( Menfi, trapassato remoto – Menfi, storie e cronache dell’800 e ‘900), che tendono a definire la storia della sua Città, per dare motivi di orgoglio a quanti si riconoscono nel passato dei loro genitori.  
Image 
(Rocco Riportella può essere seguito anche attraverso facebook)
 
< Prec.   Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36345696

Sponsor