Menu utente

Login Form






Password dimenticata?
Comparsanti
Scritto da Gianni Toffali   
Sino a pochi giorni fa si pensava che l’americana Hollywood detenesse il copyright per le migliori produzioni cinematografiche del pianeta.
Abbaglio colossale! All’indomani della morte del dittatore Kim Jong II si è scoperto che la più grande fabbrica di attori di tutti i tempi si chiama Korea del Nord. A differenza della capitalista Hollywood ove la percentuale di attori è una minima parte rispetto alla popolazione, la comunista Korea del Nord gode di una percentuale di attori pari alla totalità dei residenti. Poco importa che i ”comparsanti” siano stati reclutati e prezzolati dal regime nel mono ruolo della prefica piangente, l’importante è che il luttuoso messaggio del popolo gemente si sia impresso sugli schermi e sulla carta dei media mondiali. Purtroppo, vuoi per la scarsità interpretativa dei mediocri teatranti, vuoi per la sospetta eccessiva valle di lacrime, alla pantomina collettiva non c’ha creduto nessuno. O meglio, quasi nessuno. Il capo dei Comunisti Sinistra Popolare, Marco Rizzo ha espresso dolore e presentato le condoglianze al popolo nord koreano. Ignorando che il “caro leader” ha fatto ammazzare e mandato nei campo di prigionia migliaia di oppositori, il comunista Rizzo si è mosso secondo copione come i commedianti koreani. Ma con una “piccola” differenza: i simulatori koreani un attimo dopo aver dismesso i pubblici panni dei piangioni hanno privatamente festeggiato la dipartita del tiranno, mentre il comunista Rizzo, le lacrime le ha versato davvero. Ingenuità italiota o furbizia luciferina?
Gianni Toffali  Verona
 
Pros. >


Orologio

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Calendario

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Statistiche

Visitatori: 36387223

Sponsor